Uno dei contest più dibattuti sulla nostra pagina facebook (@marelliitalia) è stato quello in cui vi abbiamo chiesto di esprimere la vostra preferenza tra il piano cottura a GAS oppure quello a INDUZIONE.

Il vincitore del sondaggio è stato il piano cottura a induzione. In tanti però non sono ancora convinti che questa sia la soluzione migliore per la propria cucina. Analizziamo insieme le due soluzioni per capire meglio quale effettivamente può essere la scelta giusta per noi.

 

Vediamo quali sono i pro e i contro di piano cottura a gas e piano cottura a induzione.

PIANO COTTURA A GAS

PRO

  • Il prezzo di acquisto medio è generalmente più basso rispetto all’induzione.
  • Possono essere utilizzate pentole di qualsiasi genere e tipo.
  • I consumi sono più contenuti: permettono un maggiore risparmio a chi cucina spesso e a lungo.
  • I piani con gli eco-bruciatori ad alta efficienza hanno fiamme più stabili e verticali: migliorano la combustione e il rendimento.

CONTRO

  • Più complesso e meno rapido da pulire rispetto al piano a induzione.
  • Potendola stabilire soltanto ad occhio, la regolazione del calore è approssimativa.
  • Rischio di fughe di gas.
  • Notevole dispersione di energia durante l’utilizzo.
  • Da mettere in conto costi di allacciamento del gas e manutenzione.

 

PIANO COTTURA A INDUZIONE

PRO

  • E’ alimentato a energia elettrica, genera un campo magnetico che crea il calore senza dispersione, con un rendimento pari al 90%.
  • Grazie al piano in vetroceramica si pulisce più facilmente e velocemente.
  • Il rischio di scottature è estremamente ridotto in quanto l’area circostante la zona attiva rimane fredda, e altrettanto i manici delle pentole.
  • Scalda rapidamente e in modo uniforme: 1 litro d’acqua bolle in circa 2 minuti.
  • Grazie all’indicatore numerico permette di regolare esattamente la temperatura di cottura.

CONTRO

  • ll prezzo di acquisto è mediamente più alto rispetto al piano cottura gas.
  • Parte del pentolame deve essere sostituito in quanto richiede l’utilizzo di pentole ad hoc realizzate in materiale ferroso.
  • Potrebbe rendere necessario l‘aumento di potenza energica, in quanto a un assorbimento che va da 2,8 fino 7kW (un allacciamento standard da 3,3kW potrebbe essere insufficiente).
  • Rende inutilizzabile pirofile in vetro, rame, ceramica o terracotta.

 

 

Dunque… siete ancora sicuri della vostra scelta o vi abbiamo fatto cambiare idea? In ogni caso speriamo di esservi stati utili!

State progettando la vostra nuova cucina e vi serve un esperto che sappia ascoltare le vostre esigenze e consigliarvi a meglio sulle scelte giuste fare? Marelli Italia è ciò che fa al caso vostro.

Per maggiori informazioni: