Con il termine cabinet si intende un Mobile Contenitore molto simile ad un armadio ma di dimensioni molto inferiori. Il suo utilizzo era molto sviluppato nel ‘600 e ‘700 per contenere oggetti comuni o oggetti di valore. Esso infatti ha come caratteristica principale quella di avere un ampio numero di scompartimenti dove tenere gli oggetti, tra cui anche alcuni segreti e poco evidenti, perfetti per oggetti di valore quali gioielli o denaro contante.

cabinet

CURIOSITÀ

Il mobile cabinet nasce in Italia, in particolare a Firenze negli ultimi anni del ‘500 ed ha la sua massima diffusione nel ‘600 e ‘700. Il suo scopo iniziale era esclusivamente decorativo, infatti date le sue dimensioni ridotte, veniva utilizzato per riempire spazi della casa ‘vuoti’. Il materiale utilizzato per la sua realizzazione era esclusivamente il legno, che veniva finemente levigato e decorato così da renderlo su misura per l’ambiente di destinazione. Solo in seguito fu utilizzato come contenitore di oggetti di valore tant’è che alcuni lo definiscono come la prima cassaforte.

LO STILE ÉBÈNISTERIE

I cabinet assunsero in seguito molta importanza, tant’è che furono assorbiti dallo stile ébènisterie, tipico della cultura francese di metà ‘700. In seguito fu anche esportato in Inghilterra. Un mobile Cabinet del 1726, realizzato in Italia ed esportato in seguito in Inghilterra per il duca di Somerset fu venduto all’asta nel 2004 per 23 milioni di euro al museo viennese in Liechteinstein.